Cosa visitare a Fuerteventura

fuerteventura

Le Isole Canarie hanno una caratteristica unica al mondo: possiedono un bellissimo mare ma allo stesso tempo sono ricche di cose da fare e da vedere, che sia natura, architettura, arte o storia alle Canarie è sempre possibile passare interi giorni lontano dalla spiaggia impegnati in altre attività. Questa osservazione non è però sempre valida per Fuerteventura: l’isola è votata principalmente al mare, e a ben guardare è totalmente comprensibile, viste le sue lunghissime spiagge e il fantastico colore azzurro dell’Oceano Atlantico.

Dunque cosa visitare a Fuerteventura? Prima di tutto le spiagge, di cui quelle veramente imperdibili sono due: la spiaggia delle dune di Corralejo all’estremo nord dell’isola e quella di Sotavento a sud. Sono entrambe due spiagge lunghissime, la bellezza di Corralejo è data dal suo deserto di dune che termina in un mare azzurro cobalto, mentre la peculiarità di Sotavento sono le sue lagune naturali che si vengono a creare nelle giornate di bassa marea. Entrambe meritano una visita, ma sappiate che l’una dall’altra distano circa un’ora e mezzo di auto, non pensate di vederle entrambe durante un solo giorno, non ve le godrete affatto.

Per quanto riguarda cittadine e villaggi, a Fuerteventura si è costruito molto negli ultimi anni tenendo al centro di ogni progetto i turisti. Dunque le località principali sono fondamentalmente tutte uguali e non offrono molto dal punto di vista culturale, ma a ben cercare c’è di più, come ad esempio il piccolo villaggio di Betancuria, situato nel bel mezzo dell’isola, fondato nei primi anni del 1400 da Juan de Bethencourt in posizione strategica per evitare eventuali attacchi dei nemici o degli invasori. La cittadina è stata la capitale di Fuerteventura fino al 1835, quando venne destituita in favore di Puerto del Rosario. Anch’essa merita una visita, è dotata di un bel lungomare, di un porto commerciale e turistico molto attivo, e di una via principale brulicante di gente, soprattutto abitanti stanziali, dediti alle loro attività quotidiane. Puerto del Rosario è attualmente il comune più popolato di Fuerteventura, ha infatti oltre 22 mila abitanti ed è quasi sempre ignorata dai turisti nonostante offra numerose cose da vedere, tra cui il Parque Escultorico, un bellissimo museo all’aria aperta che comprende circa 50 statue. Potrete anche dedicare un po’ di tempo al museo del poeta Miguel de Unamuno e alla Casa della Cultura, presso la quale si svolgono mostre o eventi.

Gli amanti della natura avranno pane per i loro denti esplorando le bellezze dell’isola, tra cui il parco naturale della montagna di Tindaya, uno spazio naturale protetto. E’ possibile scalarla previa autorizzazione dei funzionari pubblici, è alta circa 400 metri ed è visibile da quasi tutti i punti di Fuerteventura grazie alla sua posizione proprio nel centro geografico dell’isola. Altro parco naturale protetto è quello dell’isola di Los Lobos, situata proprio dinanzi al centro di Corralejo e raggiungibile con una breve traversata in barca. Sull’isola vivono oltre 150 specie rare di piante e animali, potrete scegliere se stare sdraiati su una delle spiagge o se esplorarla in lungo e in largo: l’isola è piccola e si gira a piedi, rimarrete estasiati per la natura aspra e selvaggia contrapposta al mare cristallino da cartolina.